Escapes 2016 call for presentations – panel 1

Terza conferenza annuale di ESCAPES

Europa e migrazioni forzate
Quale futuro per le politiche europee?
Quali forme e pratiche di resistenza?

Bari, 23-24 giugno 2016

È aperta la call for presentations per intervenire in uno dei panels che si terranno in occasione della terza Conferenza annuale di Escapes.

1) I sistemi nazionali di accoglienza e integrazione dei richiedenti asilo: dall’Emergenza Nord-Africa al Decreto Legislativo 142/2015

Proponenti: Roberto Guaglianone (Consorzio Communitas, Milano), Andrea T. Torre (Centro Studi Medì Migrazioni nel Mediterraneo, Genova) Continua a leggere

La Libia al crocevia migratorio

LA LIBIA AL CROCEVIA MIGRATORIO TRA AFRICA E MEDITERRANEO

Pavia, 3-4 marzo 2016

Escapes partecipa al convegno internazionale che si terrà all’Università degli studi di Pavia (Aula Foscolo) giovedì 3 e venerdì 4 marzo 2016.

Il convegno è organizzato da Université Franco-italienne, ASAI, Escapes, Institut Français, Université Aix et Marseille (IDEMEC), École française de Rome, Università del Salento, Università degli studi di Pavia (Dipartmento di scienze politiche e sociali), Centro studi Cesare Bonacossa.

Durante i lavori si terrà anche la presentazione del progetto Dopo l’approdo. Continua a leggere

Davide Biffi

Davide Biffi è laureato nel 2013 in Scienze Antropologiche ed Etnologiche presso l’Università Bicocca di Milano, con una tesi dal titolo: “ Emergenza profughi Nord Africa: etnografia del centro di accoglienza di Limbiate. Settembre 2011 – settembre 2012”. Laureato nel 2008 in Diritti dell’Uomo ed Etica della Cooperazione Internazionale presso l’Università di Bergamo e nel 2006 laureato in Scienze dell’Educazione presso la stessa Università. 

Dal 2013 collabora con Arci Monza e Brianza nel progetto SPRAR e nell’assistenza legale dei richiedenti asilo giunti nella Provincia di Monza e Brianza nell’ambito delle cosiddette “emergenze”. Dal 2011 al 2012 ha lavorato come educatore presso un centro di accoglienza per richiedenti asilo in provincia di Monza e Brianza. Dal 2006 lavora come educatore in vari servizi con persone svantaggiate e diversamente abili della provincia di Monza, Milano e Lecco. 

I suoi ambiti di studio e di ricerca sono le migrazioni forzate, in particolare i sistemi di accoglienza e controllo sociale tesi al governo del fenomeno migratorio. I suoi interessi riguardano l’analisi dei soggetti che lavorano nei centri di accoglienza ed assistenza, le prassi e le relazioni che gli operatori sociali creano quotidianamente nello svolgimento del loro lavoro.