L’indistinguibile biglietto da visita

Cronologia di un viaggio di ritorno a Berlino tra i confini dell’Europa

Di Elena Fontanari (vai alla licenza)

Sono le 10:30 del mattino, ancora un po’ assonnati scendiamo dal treno. Siamo a Verona e dobbiamo prendere la coincidenza per Monaco di Baviera, in Germania. Io e il mio ragazzo abbiamo lasciato Milano questa mattina presto, si torna a casa, si torna a Berlino.

La stazione di Verona appare molto attiva in questa prima giornata autunnale. Guardo sul tabellone degli orari dei treni per vedere in che binario si trova il nostro treno: binario 1. Arriviamo sul binario e il treno è già lì, pronto ad aspettarci; treno tedesco, della Deutsche Bahn. Le porte sono tutte chiuse, e le persone aspettano fuori sul binario. Mi accorgo che ci sono diversi ragazzi africani, molti di loro sono eritrei, mi spiegheranno dopo. Alcuni di loro sono in piccoli gruppetti, altri sono da soli, tutti hanno una valigia o uno zaino e il biglietto in mano. Continua a leggere

Giulia Borri

Giulia BorriGiulia Borri si è laureata in Sociologia presso l’Università degli Studi di Torino con una tesi sulle pratiche socio-spaziali di un gruppo di richiedenti asilo in un centro di accoglienza di settimo torinese. Attualmente svolge un dottorato di ricerca in Sociologia presso la Berlin Graduate School of Social Sciences (Humboldt Universität zu Berlin). Continua a leggere

Elena Fontanari

ELENA FONTANARI ha un PhD in Sociologia (Università degli Studi di Milano/ Humboldt-Universität zu Berlin) e ha conseguito il certificato di Doctor Europaeus.
Attualmente è assegnista in Sociologia presso il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche (Università di Milano), ed è visiting presso l’Istituto di Etnologia Europea alla Humboldt-Universität a Berlino. Continua a leggere